Voglio andare a vivere in campagna!

“Voglio andare a vivere in campagnaaa, a a a a…”

Così cantava Toto Cutugno tempo fa.

Ultimamente anch’io mi trovo spesso a pensare di voler vivere in campagna: aria pulita, tanto spazio dove i bambini possono giocare in libertà senza che noi genitori dobbiamo preoccuparci di auto e motorini, ambiente più rilassato..

Perchè i bambini, in città, diciamocelo pure, sono un pò “limitati”. Pochi spazi verdi dove andare, luoghi di ritrovo a volte piccoli e iper affollati. Penso ai bambini del centro, ad esempio, che ogni tanto vedo “ammassati” al parchetto del Comune, quando porto i miei cuccioli, dopo esser stata a pranzo dai nonni, che abitano lì vicino. Poverini devono far la coda per salire sull’altalena (neanche fossero dal salumiere).

In campagna potrei abitare in una villetta col giardino, dove mettere una casetta per i bimbi, una piccola altalena e lo scivolo. Magari d’estate gonfiare una piscinetta per giochi d’acqua e fare barbeque con gli amici.

Se abitassi in campagna andrei tutti i giorni, o quasi, a prendere le uova fresche dal fattore. Porterei i bambini a vedere le mucche, i polli e le pecorelle. Magari, in qualche fattoria, troverei pure un cavallo.

Se vivessi in campagna, penso comprerei a Giorgio il cucciolo che tanto desidera.

Però… e sì, perchè un però c’è…

Se abitassi in campagna d’estate sentirei entrare dalle finestre un terribile odore di sterco. Api, mosche e zanzare nelle stagioni primaverile ed estiva entrerebbero perennemente in casa, e così pure le formiche dal giardino! (Se non si fosse capito non sono per nulla amante degli insetti).

Se abitassi in campagna, magari, non avrei l’ospedale vicino, e neanche il pediatra (perchè penso che ogni paese abbia un medico e la farmacia). Per far compere dovrei ricorrere a internet o spostarmi nel grosso paese o città più vicina…

Mmmm…forse, per me che amo le comodità, non sarebbe una scelta saggia abitare in campagna…

Io abito in un quartiere dove c’è tutto: dottore, farmacie, chiesa, supermercato, scuole, un fantastico parco dove c’è pure il laghetto con anatre e tartarughe e la ludoteca all’interno, i tavoli per pic nic e i giochi per bambini. Poi, col tram (l’abbiamo preso anche oggi con Gaia per andare dai nonni) in sette minuti arrivi in stazione, che a Bergamo vuol dire pieno centro, e non hai neppure il problema del parcheggio…

Ok: non vado a vivere in campagna, rimango qui a Redona!

Chiara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...