La cottura

Una volta pronto il pezzo, limato e rifinito com’era nelle nostre intenzioni, quello che rimane da fare è cuocerlo.

Come ho detto in più occasioni, uno dei lati positivi di questo materiale è la possibilità per chiunque di realizzare gioielli tranquillamente in casa propria, senza bisogno di particolari macchinari e/o forni. Infatti la silver clay cuoce ad una temperatura relativamente bassa tra i 750 e gli 800 ° C. Per chi non lo sapesse posso dire che i normali fornelli a gas della cucina raggiungono tranquillamente queste temperature.

Devo ammettere che la soluzione ideale sarebbe comunque il forno. In commercio si possono trovare piccoli forni elettrici per hobbistica, relativamente economici (circa 500 euro in media), adatti anche alla cottura della ceramica smaltata ed alla vetro fusione.

Scegliere tra il fornello a gas ed il forno non è semplicissimo. Entrambi hanno pregi e difetti. Il fornello a gas è decisamente più economico, però limita le dimensioni del pezzo (4-5 cm. al massimo). Il forno elettrico invece, ha sicuramente lo svantaggio del costo, però consente di cuocere pezzi di dimensioni maggiori, e raggiungendo temperature più elevate (900-1.000°C.) consente anche di effettuare  bellissime dorature.

Tornando alla cottura su fornello a gas, prima di tutto è necessaria una griglia in acciaio inox che faccia da supporto. Una volta posizionata sul fornello, bisogna accendere il fuoco ed aspettare che sulla griglia si definiscano bene le zone di calore. Sono zone di colore diverso, che vanno dal nero (zone fredde) al rosso cupo, all’arancione, fino all’arancio chiaro quasi giallo (zona con la temperatura più alta). È in quest’ultimo spazio che il pezzo deve essere posizionato, poiché è lì che si raggiungono gli 800°C. Ovviamente per far questo c’è bisogno di pinze metalliche, altrimenti si rischia l’ustione!

ATTENZIONE! Prima di procedere alla cottura, bisogna accertarsi che la pasta sia ben asciutta! Altrimenti questa a contatto con il calore evaporerà all’istante ed il pezzo esploderà letteralmente, lasciando un buco al centro e soprattutto rischiando di provocare danni! Per questo motivo la griglia di solito viene venduta insieme ad una più piccola da piegare e mettere sopra il pezzo. Lo dico per esperienza personale!

Se tutto è stato fatto nel modo corretto, dopo qualche secondo (il tempo è diverso a seconda dello spessore della pasta), dal pezzo si sprigionerà una fiamma dapprima azzurra e poi gialla. Quello è il segnale che il legante sta evaporando e che la cottura avverrà nel modo giusto. Dal momento in cui si vede la fiamma bisogna lasciare passare 7-10 minuti, e dopo si può spegnere il gas.

Dopo qualche minuto con le pinzette si prende il gioiello e lo si immerge in un contenitore in ceramica con acqua fredda. Se il pezzo è ancora caldo, al momento dell’immersione sfrigolerà, a volte anche con un rumore piuttosto inquietante. Niente paura, va tutto bene, è il segno che ora lo si può toccare senza pericolo!

http://ilgattodargento.wordpress.com/

Optimized-cottura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...