PECORELLE MORBIDOSE&co

1142
La settimana appena trascorsa è stata davvero piena di “prime” esperienze.

La prima volta che mi sono trovata a ricopiare un cartamodello e cimentata con la macchina da cucire; la prima offerta, da parte di un’amica artista, per affiancarla in una sua attività la prossima estate; la prima volta che ho avuto il coraggio di spedire e far pubblicare un mio disegno sulla pagine fb e il blog di IDAMM e, infine, ultima, ma non per ordine di importanza, anzi, la prima volta che ho tenuto un laboratorio personale per bambini dai tre anni in su.

Questa splendida opportunità mi è stata data dalle ragazze della Ludoteca Giocagulp di Bergamo. Ero già molto felice all’idea di svolgere questa attività, ma l’entusiasmo, inaspettato, con cui hanno partecipato bambini e anche mamme e nonne accompagnatrici, mi ha reso ancora più contenta a fine giornata.

La ciliegina sulla torta è stata, infine, la comunicazione da parte di Rossella, la ludoteca ria che mi ha assistita nel laboratorio, e che ringrazio tantissimo, della pubblicazione di un breve articolo, relativo all’attività svolta, sul sito web del Comune (nello spazio dedicato ai servizi per le famiglie (bambiniegenitori.bg.it)).

Sull’onda dell’entusiasmo, e poiché è da moltissimo che non propongo lavoretti casalinghi per trascorrere i dopo-scuola con i bambini nelle giornate uggiose, oggi vi racconto un po’ cosa abbiamo fatto.

Partendo da semplici rotoli di carta igienica, e “ispirati” dal clima pre-pasquale, abbiamo realizzato delle morbidissime pecorelle. A seguire, poi, sempre partendo dalla stessa base, abbiamo arricchito la nostra fattoria con allegri pulcini piumati e un paio di simpatici coniglietti.

Cominciamo dalle pecorelle: sui rotoli di carta igienica, con la colla vinilica, abbiamo attaccato delle piccole palline ricavate da batuffoli di cotone, preso in piccole quantità, appallottolato con le dita (io ho scelto il classico colore bianco, ma i bambini hanno fatto pecorelle rosa, azzurre,…). Su un cartoncino nero sono stati disegnati la testa della pecorella, ad esclusione degli occhi perché, contrariamente al prototipo originario, sono stati attaccati quelli di plastica mobili che le rendevano più spiritose, e le quattro zampe. Per gli arti si è lasciato un rettangolino all’estremità, per attaccarlo più facilmente al rotolo nei piccoli spazi lasciati appositamente vuoti dai batuffoli e permettergli di sporgere, staccato da esso, ed esser visibile nonostante l’ovatta.

Per quanto riguarda il pulcino, invece, il rotolo è stato colorato completamente di giallo con le tempere e, su un cartoncino dello stesso colore, sono state disegnate testa, ali (una disegnata e la seconda ricalcata di modo da averle della stessa dimensione) e le zampine (poi pitturate d’arancione con un semplice pennarello). Come nel caso degli arti della pecorella, anche per zampe e ali del pulcino, si consiglia di disegnare una linguetta rettangolare da attaccare al rotolo. Per rendere più soffice l’animaletto sono state aggiunte piumette gialle sulle ali.

Il becco può esser disegnato direttamente sul tondo del viso, cosi come gli occhi, e colorato di arancione o, in alternativa, lo si può fare “tridimensionale” preparando a parte su un cartoncino un disegnino con un quadrato alle cui estremità vengono disegnati due triangoli isosceli.

La figura, colorata di arancione, viene attaccata al faccino con un po’ di colla vinilica solo sul quadratino centrale e si ripiegano verso l’esterno i due triangolini.

Ultimo animaletto proposto, ma non realizzato dai bambini per mancanza di tempo, il coniglietto pasquale.

In questo caso si è colorato il rotolo di bianco, disegnato le quattro zampine (una che regge una carota) e il visetto. Per renderlo più soffice e non usare solo cartoncino, su pancino e per fare la coda, sono stati usati batuffoli di cotone.

Spero di avervi dato qualche spunto, oltre che per attività in casa coi bambini, anche per possibili decorazioni della tavola di Pasqua. Si potrebbero, infatti, usare come segnaposti o portatovaglioli, o ancora mettere insieme a degli ovetti colorati come centro tavola.

Non mi resta che auguravi, anticipatamente, buona Pasqua!

Chiara

Annunci

1 commento su “PECORELLE MORBIDOSE&co”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...